Post

In primo piano...

Il 'Bullet', il van di Iverson

Immagine
Per qualcuno potrà sembrare un esercizio di stile, per qualcun altro semplicemente una trasformazione azzardata e fuori luogo ma una cosa è sicura: tutto ciò che prende forma in quell'affascinante terra chiamata California finisce col passare alla storia.
In questo caso siamo davanti ad una trasformazione "tardiva" e decisamente dal sapore più esotico (se vogliamo definirla così), su di una base un po' meno diffusa rispetto a quelle che abbiamo già visto e conosciuto (il Jersey Looker e gli innumerevoli Split trasformati secondo le contaminazioni del vanning) ma che comunque si è prestata bene: un VW T2 'early model', più diffusamente conosciuto anche come Baywindow.
Il minimo comune denominatore è sempre e comunque uno e lo si può riassumere in una semplice parola: custom. Possiamo anche sbilanciarci ed arrivare ad usarne ben due, perché qui ha senso parlare di quality custom.
"Bullet" è il suo nome in codice. Cinque i mesi che ci sono voluti per …

I prototipi: la VW38/02

Immagine
La VW38 che portava il numero 2 rimase anche come veicolo di prova per il team di Porsche. È interessante notare che questa auto ebbe il motore numero 38/09 installato. Inoltre sembra che l'auto numero 2 incontrò il suo decesso in un periodo prima del Febbraio 1940. Proprio come avvenne per tutte le altre vetture VW38, l'auto 2 ebbe un duplice scopo: essere un'auto di prova per il team Porsche e di tanto in tanto venire mostrata al pubblico. L'auto numero 2 fu vista spesso durante le normali prove alpine.
La VW38/02 e la precedente V303/2 affiancate sulla nuova autostrada, per una pubblicità.
Ogni volta che le nuove Volkswagen apparivano nelle strade, attiravano l’attenzione dei passanti.
Il membro della squadra di Porsche, Herbert Kaes alla guida della VW38/02.
La VW38/02 in compagnia di altre due VW38 durante uno dei numerosi test alpini. Herbert Kaes sfoggia un paio di pantaloni corti.
Una foto di un evento con la vettura numero 2. Questa foto comparve sulla rivista Moto…

31éme Bourse de pièces VW Aircooled, Valence (Francia)

Immagine

I prototipi: la VW38/01

Immagine
I primi esemplari della VW38 è possibile che fossero già in costruzione alla fine di maggio/all'inizio di giugno del 1938. Il primo resoconto di una vettura VW38 coincide con quando venne condotta una gara alpina, tra il 26 e il 29 luglio 1938. Le vetture coinvolte furono la V303/3 convertibile, la W30/22 cabriolet ed una VW38. Nel libro di Chris Barber viene menzionato questo fatto. E’ stato comunque da allora che sono state scoperte delle foto che mostrano le due auto più vecchie assieme alla VW38/01 in direzione dello Stelvio in Italia e tutte e tre le vetture fotografate sul passo alpino.
Possiamo tranquillamente presumere che le auto fossero numerate in una sequenza rigorosa, e che quindi l'auto VW38/01 fu in effetti l’ultima della serie che stava finendo nonché la prima della nuova serie. L’esemplare trascorse la sua vita con il team Porsche come veicolo di prova (Versuchswagen) e fu ancora presente nelle liste della compagnia all'inizio del 1940. Inizialmente fu fo…